20 Febbraio 2020

BANDO ISI-INAIL 2019

Il BANDO ISI-INAIL 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale a dicembre 2019 e valevole per l'anno 2020, è un Contributo a Fondo Perduto che viene messo a disposizione ogni anno dall'INAIL per incentivare le imprese a realizzare progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Tra i destinatari del Bando INAIL ci sono anche le imprese che intendono eseguire la Bonifica dell'Amianto nei propri stabilimenti. La sua finalità è infatti quella di incentivare la rimozione di materiali contenenti Amianto dai luoghi di lavoro.

Il bando si riferisce alla procedura di gara che si svolgerà nel 2020 e prevede un contributo a Fondo Perduto pari al 65% con il limite massimo erogabile di 130.000 euro e un finanziamento minimo ammissibile pari a 5000 euro. 

La domanda deve essere presentata in modalità telematica sul sito WWW.INAIL.IT-ACCEDI AI SERVIZI ON LINE dove le imprese hanno a disposizione una procedura informatica per consentire loro di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli AVVISI REGIONALI .

Le scadenze per la presentazione della domanda sono le seguenti:

  • Apertura della procedura informatica per la compilazione domanda
  • 16 aprile 2020
  • Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda
  • 29 maggio 2020
  • Acquisizione codice identificativo per l'inoltro online
  • 05 giugno 2020
  • Comunicazione relativa alle date di inoltro online
  • 05 giugno 2020

Il click day è il giorno stabilito dall'INAIL e reso noto il 05 giugno, in cui tramite l'invio del codice identificativo sul portale INAIL saranno formulate le graduatorie degli aventi diritto al contributo previsto dal Bando Amianto. Essendo i soldi a disposizione limitati (per l'amianto circa  60.000.000 di euro) essi saranno assegnati a disponibilità, in ordine di ricevimento del Codice Identificativo precedentemente assegnato.

Solo le domande che verranno ammesse in tale graduatoria, potranno accedere alla fase successiva di compilazione e trasmissione della documentazione cartacea entro 30 giorni dalla data della formale comunicazione. Una volta verificata la documentazione e ricevuto via PEC l'esito positivo è previsto un tempo massimo di 365 giorni per eseguire, saldare e rendicontare i lavori eseguiti dalla data di ricezione della comunicazione con eventuale proroga su richiesta motivata dell'impresa/ente per un periodo non superiore ai sei mesi.

 

Questo sito web utilizza i cookies per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web. + INFO