I NOSTRI SERVIZI

BONIFICHE AMBIENTALI

Pronto intervento ambientale e bonifiche serbatoi interrati

SCOPRI 

BONIFICHE AMIANTO

Attività di rimozione e smaltimento amianto

SCOPRI

GESTIONE RIFIUTI

Analisi e smaltimento rifiuti

SCOPRI

CONSULENZA E FORNITURA

Adempimenti normativi e prodotti

SCOPRI

GE.CO S.r.l.
Un’ampia gamma di servizi nel settore ambientale

È questa la missione della GE.CO, azienda sorta nel 2003 e che opera, oltre che in Friuli Venezia Giulia, anche in Veneto ed Emilia Romagna. È nata dall’incontro di varie conoscenze nei campi dell’ecologia e della sicurezza, ed è in grado di offrire soluzioni integrate per una migliore qualità dell’ambiente grazie ad una squadra di lavoro completa di mezzi ed attrezzature, specializzata in particolar modo negli interventi d’emergenza.

Operiamo in ogni situazione di contaminazione da liquidi pericolosi del suolo, sottosuolo, acque superficiali e falde acquifere.

In particolare siamo specializzati in bonifiche e pronto intervento ambientale.


 

02 APRILE 2021

BANDO ISI-INAIL 2020

Il BANDO ISI-INAIL 2020 valevole per l'anno 2020, è un Contributo a Fondo Perduto che viene messo a disposizione ogni anno dall'INAIL per incentivare le imprese a realizzare progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Tra i destinatari del Bando INAIL ci sono anche le imprese che intendono eseguire la Bonifica dell'Amianto nei propri stabilimenti. La sua finalità è infatti quella di incentivare la rimozione di materiali contenenti Amianto dai luoghi di lavoro.

Il bando si riferisce alla procedura di gara che si svolgerà nel 2020 e prevede un contributo a Fondo Perduto pari al 65% con il limite massimo erogabile di 130.000 euro e un finanziamento minimo ammissibile pari a 5.000 euro. 

La domanda deve essere presentata in modalità telematica sul sito WWW.INAIL.IT-ACCEDI AI SERVIZI ON LINE dove le imprese hanno a disposizione una procedura informatica per consentire loro di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli AVVISI REGIONALI .

Le scadenze per la presentazione della domanda sono le seguenti:

  • Apertura della procedura informatica per la compilazione domanda
  • 01 GIUGNO2021
  • Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda
  • 15 LUGLIO 2021
  • Acquisizione codice identificativo per l'inoltro online
  • 20 LUGLIO 2021
  • Comunicazione relativa alle date di inoltro online
  • 20 LUGLIO 2021

Il click day è il giorno stabilito dall'INAIL e reso noto il 20 Luglio 2021, in cui tramite l'invio del codice identificativo sul portale INAIL saranno formulate le graduatorie degli aventi diritto al contributo previsto dal Bando Amianto. Essendo i soldi a disposizione limitati (per l'amianto l'importo a disposizione varia a seconda della Regione di appartenenza del richiedente) essi saranno assegnati a disponibilità, in ordine di ricevimento del Codice Identificativo precedentemente assegnato.

Solo le domande che verranno ammesse in tale graduatoria, potranno accedere alla fase successiva di compilazione e trasmissione della documentazione cartacea entro 30 giorni dalla data della formale comunicazione. Una volta verificata la documentazione e ricevuto via PEC l'esito positivo è previsto un tempo massimo di 365 giorni per eseguire, saldare e rendicontare i lavori eseguiti dalla data di ricezione della comunicazione con eventuale proroga su richiesta motivata dell'impresa/ente per un periodo non superiore ai sei mesi.

 

 

02 marzo 2021mud

MODELLO UNICO DICHIARAZIONE AMBIENTALE: SCADENZA 16 GIUGNO 2021               

 

E' stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 39 del 16 febbraio 2021 il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri con il nuovo Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD) per l'anno 2021, Il termine ultimo per la presentazione è fissato al 16 giugno di quest'anno. 

- Le principali modifiche  sono di seguito elencate:

  • Gli impianti che svolgono attività di recupero dovranno comunicare, nella scheda SA-AUT, se l'autorizzazione è riferita ad  attività di recupero per le quali è stata prevista applicazione del c.3 art. 184ter
  • Nella comunicazione rifiuti e veicoli fuori uso sono state apportate modifiche alle informazioni relative ai materiali derivanti dall’attività di recupero, con l’aggiunta di alcune tipologie e la modifica di altre
  • La scheda CG - costi di gestione della comunicazione rifiuti urbani è stata completamente rivista
  • Sono state modificate le categorie della comunicazione RAEE per adeguarle all’entrata in vigore dell’open scope e della classificazione prevista dall’allegato III al D.lgs. 49/2014
  • Sempre nella comunicazione RAEE è stata aggiunta la voce relativa alla quantità di RAEE preparati per il riutilizzo, mentre è stata eliminata l’informazione sui RAEE utilizzati come apparecchiatura intera.

 

- I soggetti obbligati alla presentazione del Mud:

  •  Imprese e enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi
  •  Imprese ed enti produttori che hanno più di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti da lavorazioni industriali, la lavorazioni artigianali e da attività  di         recupero  e smaltimento rifiuti, fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue e da abbattimento dei fumi.
  •  Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e smaltimento rifiuti 
  •  Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione
  •  Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti

- Le modalità per l'invio delle comunicazioni: le comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi e Veicoli fuori uso vanno inviate esclusivamente per via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione Rifiuti Semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Per richiedere ulteriori informazioni o un preventivo di spesa potete contattarci alla mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

 

11 febbraio 2021

CONTRIBUTI PER LO SMALTIMENTO O PER LA RIMOZIONE E LO SMALTIMENTO DELL’AMIANTO DA EDIFICI SEDI DI IMPRESE

Si comunica che nel portale della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia sono finanziabili gli interventi relativi alla rimozione ed allo smaltimento o al solo smaltimento dell’amianto da edifici sedi di imprese, situati sul territorio regionale, da realizzare successivamente alla presentazione della richiesta, (si specifica che la domanda di contributo viene concessa anche alle imprese che non sono proprietarie dell'immobile su cui viene effettuato l'intervento).

La domanda di contributo va presentata al Servizio disciplina gestione rifiuti e siti inquinati della Direzione centrale difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile dal 1° al 01 marzo 2021 utilizzando esclusivamente il modello allegato al regolamento.

Il contributo viene concesso a seconda della tipologia di azienda:

a) per le micro-imprese, 50% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 15.000 euro

b) per le piccole e medie imprese, 40% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 30.000 euro

c) per le grandi imprese, 30% della spesa riconosciuta ammissibile, massimo 40.000 euro

 Per avere maggiori informazioni sulla corretta modalità di presentazione della domanda di contributo è disponibile la pagina http://www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/ambiente-territorio/valutazione-ambientale-autorizzazioni-contributi/FOGLIA47/

 

Questo sito web utilizza i cookies per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web. + INFO