I NOSTRI SERVIZI

BONIFICHE AMBIENTALI

Pronto intervento ambientale e bonifiche serbatoi interrati

SCOPRI 

BONIFICHE AMIANTO

Attività di rimozione e smaltimento amianto

SCOPRI

GESTIONE RIFIUTI

Analisi e smaltimento rifiuti

SCOPRI

CONSULENZA E FORNITURA

Adempimenti normativi e prodotti

SCOPRI

17 marzo 2020

D.L. 17/03/2020 N.18- RINVIO SCADENZE ADEMPIMENTI AMBIENTALI

 Il Decreto Legge  17 marzo 2020 n.18 pubblicato sulla G.U.  del 17 marzo intitolato ''Misure di potenziamento del Servizio Sanitario e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all'emergenza epidemiologica del COVID-19'', ha previsto il rinvio di diverse comunicazioni in campo ambientale.

L'art. 113 ''Rinvio di scadenze adempimenti relativi a comunicazioni sui rifiuti'' stabilisce che sono PROROGATI AL 30 GIUGNO 2020 i termini di:

a) PRESENTAZIONE DEL MODELLO UNICO DI DICHIARAZIONE AMBIENTALE (MUD) di cui all'articolo 6, comma 2, della Legge 25 gennaio 1994, n.70
b) Presentazione della comunicazione annuale dei dati relativi a pile e accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, di cui all'art. 15, comma 3, del decreto legislativo 20 novembre 2008, 188, nonchè trasmissione dei dati relativi alla raccolta e al riciclaggio dei rifiuti di pile ed accumulatori portatili, industriali e per veicoli ai sensi dell'art. 17 comma 2, lettera c), del decreto legislativo 20 novembre 2008, n. 188
c) presentazione al Centro di Coordinamento RAEE della comunicazione di cui all'articolo 33, comma 2, del decreto legislativo n. 14 marzo 2014, n. 49
d) VERSAMENTO DEL DIRITTO ANNUALE DI ISCRIZIONE ALL'ALBO NAZIONALE GESTORI AMBIENTALI di cui all'articolo 24, comma 4, del decreto 03 giugno 2014 n. 120

 

 

20 Febbraio 2020

BANDO ISI-INAIL 2019

Il BANDO ISI-INAIL 2019, pubblicato in Gazzetta Ufficiale a dicembre 2019 e valevole per l'anno 2020, è un Contributo a Fondo Perduto che viene messo a disposizione ogni anno dall'INAIL per incentivare le imprese a realizzare progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro. Tra i destinatari del Bando INAIL ci sono anche le imprese che intendono eseguire la Bonifica dell'Amianto nei propri stabilimenti. La sua finalità è infatti quella di incentivare la rimozione di materiali contenenti Amianto dai luoghi di lavoro.

Il bando si riferisce alla procedura di gara che si svolgerà nel 2020 e prevede un contributo a Fondo Perduto pari al 65% con il limite massimo erogabile di 130.000 euro e un finanziamento minimo ammissibile pari a 5000 euro. 

La domanda deve essere presentata in modalità telematica sul sito WWW.INAIL.IT-ACCEDI AI SERVIZI ON LINE dove le imprese hanno a disposizione una procedura informatica per consentire loro di inserire la domanda di finanziamento con le modalità indicate negli AVVISI REGIONALI .

Le scadenze per la presentazione della domanda sono le seguenti:

  • Apertura della procedura informatica per la compilazione domanda
  • 16 aprile 2020
  • Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda
  • 29 maggio 2020
  • Acquisizione codice identificativo per l'inoltro online
  • 05 giugno 2020
  • Comunicazione relativa alle date di inoltro online
  • 05 giugno 2020

Il click day è il giorno stabilito dall'INAIL e reso noto il 05 giugno, in cui tramite l'invio del codice identificativo sul portale INAIL saranno formulate le graduatorie degli aventi diritto al contributo previsto dal Bando Amianto. Essendo i soldi a disposizione limitati (per l'amianto circa  60.000.000 di euro) essi saranno assegnati a disponibilità, in ordine di ricevimento del Codice Identificativo precedentemente assegnato.

Solo le domande che verranno ammesse in tale graduatoria, potranno accedere alla fase successiva di compilazione e trasmissione della documentazione cartacea entro 30 giorni dalla data della formale comunicazione. Una volta verificata la documentazione e ricevuto via PEC l'esito positivo è previsto un tempo massimo di 365 giorni per eseguire, saldare e rendicontare i lavori eseguiti dalla data di ricezione della comunicazione con eventuale proroga su richiesta motivata dell'impresa/ente per un periodo non superiore ai sei mesi.

 

Questo sito web utilizza i cookies per assicurarti di ottenere la migliore esperienza sul nostro sito web. + INFO